Ecco cosa devi sapere se segui un Maestro, una Guida, un Guru o semplicemente un influencer - RQI®

Ecco cosa devi sapere se segui un Maestro, una Guida, un Guru o semplicemente un influencer

Fate quello che dico, ma non fate quello che faccio… o forse sì?

Quante volte abbiamo sentito parlare di Guru, di Capiscuola, di Maestri Illuminati che hanno predicato la crescita personale, la condivisione e il “vogliamoci bene” salvo poi scoprire, dietro le quinte, che tutto l’oro che luccicava si è fermato nelle loro tasche? Quanti grandi formatori hanno creato strumenti per risvegliare le persone, proponendo grandiosi eventi di gruppo, fermandosi poi alla teoria e lasciando al termine ognuno al proprio destino?

In Italia c’è qualcuno che sta facendo qualcosa di sensazionale, qualcuno che sta mettendo la faccia, l’energia fisica e quella materiale (gli “sghéi”, come li chiama lui) al servizio di un grande e reale progetto umanitario e comunitario: il Q Project, un perfetto esempio di vera “coerenza” tra parole e fatti.

L’idea del Q Project è nata da una sola persona, all’anagrafe Marco Fincati, ma si è velocemente evoluta in qualcosa che ha già coinvolto migliaia di altre anime che hanno fatto proprio il motto “cambiare il Mondo, partendo da Sé”.

Ci sono altre persone che hanno scelto di metterci la faccia e li potete vedere nella pagina del Q Team; stanno anche donando il loro tempo attraverso il volontariato; qualcuno ha sentito che poteva rinunciare allo stipendio quale collaboratore dell’azienda RQI s.r.l., per devolverlo all’APS Q Village, associazione del Terzo Settore che si prende cura di valutare e realizzare progetti di evoluzione umana.

Tutte queste persone hanno una base comune: l’evoluzione dalla percezione dell’”IO” al “NOI” , con la presa di coscienza che la responsabilità nei confronti di ciò che accade nella vita, quindi sia del successo sia dei problemi, è solo ed esclusivamente singola e non deve essere proiettata sull’altro.

Come si traduce tutto ciò? Nell’incredibile impegno della già citata azienda RQI s.r.l. (di cui Marco Fincati è l’attuale socio unico) a donare interamente gli utili, tolti i costi di gestione e le tasse, ad associazioni e privati che presentino progetti con alti scopi umanitari, documentati e destinati ad innalzare l’energia vitale del territorio italico, per arrivare là dove lo Stato non riesce. Un grandioso esempio di economia al servizio dell’Umanità e di ricchezza, non solo materiale, veramente messa in circolo, condivisa e per questo moltiplicata.

“Certo, come no”: scommettiamo che è stato il primo pensiero che vi è venuto in mente?

“Certo che sì” è la risposta: quante aziende conoscete che pubblicano il bilancio e i bonifici che dimostrano il versamento?

Il tutto a dimostrazione che RQI s.r.l. è la prima vera azienda etica che, numeri alla mano, dona l’avanzo di gestione a sostegno dell’APS Q Village, dove un “Consiglio dei Saggi” (gruppo di 33 persone che, in tutto il territorio italico, dimostrano di fare i più alti livelli di coerenza, facilmente e chiaramente misurabile attraverso strumenti sviluppati dall’HearthMath Institute) valuta progetti relativi allo sviluppo di sempre più tecnologie che favoriscano il risparmio energetico, oppure la possibile risoluzione di stress personali che impediscono di vivere una vita serena, e molto altro.

Volete saperne di più? Non vi resta che collegarvi alla pagina del Q Project e guardare il video completo di presentazione; nella stessa pagina trovate i contatti per partecipare alle Sale di Coerenza, occasioni di incontro per condividere e moltiplicare l’evoluzione.

Per ulteriori approfondimenti, iscrivetevi alla Q Life TV e guardate il corso in omaggio “Il test dei sì dei no” per capire come essere consapevoli artefici del proprio destino.

CLICCA IL BOTTONE VERDE QUI SOTTO E ACCEDI A TUTTI I CONTENUTI GRATUITI QLIFE TV

Articolo di Tiziana Shakuntala Riva

Scroll Up