Il risveglio è l’unica possibilità per riscoprire il nostro potenziale

COVID-19: siete sicuri che non nasconda una vera opportunità?

La quarantena dovuta al Coronavirus ha permesso agli animali di riprendersi spazi fino a ieri invasi dall’uomo.

Solo per citarne alcuni, spopolano sul web i video di cavallucci marini e meduse nei canali di Venezia, tornati limpidi grazie alla drastica limitazione del traffico; delfini e squali che nuotano in prossimità dei porti, da Napoli ad Ancona fino all’Argentario; animali in tutto il mondo, di cui magari nemmeno conosciamo il nome, che girano indisturbati per le strade vuote.
I cieli appaiono più limpidi, si riscoprono profumi nuovi e in città il canto degli uccelli finalmente non è più oscurato dal rumore dei motori.

Vuoi vedere che, tutto sommato, il Covid-19 è stata una salvezza per il pianeta, avendo costretto l’uomo a limitare tutte quelle attività nocive che negli anni hanno impedito a queste forme di vita di vivere in un habitat, che è anche il loro, senza paura?

INQUINAMENTO

Nel 2000 Ettore Majorana scrisse una lettera al Prof. Erasmo Recami, fisico e accademico italiano, in cui espresse tutta la sua preoccupazione per il futuro del pianeta: le sue previsioni sugli effetti del riscaldamento globale anomalo ed eccessivo, di cui già aveva inviato la documentazione nel 1976 a Rolando Pelizza, erano terrificanti.
In quella lettera c’era una relazione dettagliata sulla situazione e le sue conseguenze: “I primi sintomi si sarebbero palesati agli inizi degli anni 2000, mostrando un progressivo peggioramento fino al 2010, anno da cui è lecito aspettarsi delle vere e proprie catastrofi ambientali” previste tra il 2022 e il 2024. Secondo Majorana quello sarebbe stato il punto di non ritorno, oltre il quale la sopravvivenza della razza umana sulla Terra sarebbe stata in serio pericolo. Gli esperti “moderni” hanno raggiunto le stesse conclusioni, anche se ottimisticamente hanno posticipato l’evento alla decade 2030- 2040.

Si tratterebbe comunque di un fenomeno irreversibile, contro il quale le tecnologie attuali non possono fare nulla. FORSE…

SCUSI, LEI CHI È?

La richiesta di non uscire di casa, se non per comprovati motivi, ha portato molte persone a dover ridisegnare il loro rapporto lavorativo diffondendo l’uso dell’home working, ossia il lavoro in remoto dalla propria abitazione.

Come scritto in alcuni post ironici sui social, qualcuno ha “scoperto di avere una famiglia” perché il fatto di dover necessariamente stare tra le quattro mura ha dato la possibilità di passare molto più tempo insieme, condividendo con più regolarità i pasti (il principale momento di convivialità per gli italiani) e gli spazi.

Molti hanno quindi riscoperto il piacere di una nuova routine dandosi a nuove attività domestiche (il lievito e la farina quasi introvabili sono la testimonianza della nascita di novelli panificatori casalinghi) ridisegnando la priorità degli impegni. Per altri questa nuova abitudine è stato una spinta forte e necessaria per uscire dalla propria zona di confort all’interno della quale ci si nascondeva per sfuggire ai problemi, impiegando le giornate con orari di lavoro prolungati, per passare meno tempo in casa. In altri casi ancora, l’obbligo di restare in casa ha generato conflitti e sensazioni di reclusione e claustrofobia talmente soffocanti da generare un desiderio impellente di rubare il cane al vicino, pur di non stare vicino alla persona definita “familiare”.
Quanto sarebbe stato bello se, chi l’ha vissuta così,  avesse avuto l’accesso alla possibilità di trasmutare quei conflitti, privandoli di una tossicità che può danneggiare corpo e relazioni? Provate a immaginare come sarebbero cambiati i vostri rapporti familiari e i vostri giorni, vissuti in pace, con serenità.
Un metodo per avere tutto questo c’è e si chiama Metodo RQI®.

LIBERI LIBERI SIAMO NOI, PERÒ LIBERI DA CHE COSA?

L’allentamento delle misure di sicurezza ci sta facendo riscoprire l’emozione di essere liberi: non dover più avere l’autocertificazione per andare al supermercato, con la paura di essere multati per aver deciso di andare in quello che si trova 1 km più in lontano rispetto a quello che è più vicino alla propria residenza, dà quasi una sensazione di euforia.
Poter vedere gli amici, pur con il naso e bocca coperti da un bavaglio che nelle istruzioni per l’uso riporta “non è un dispositivo di protezione”, ci fa illudere di essere più vicini nonostante il metro di distanza.

Sapere che possiamo essere informati 24 ore su 24 della presenza di un qualche untore in giro per le strade, ci fa sentire protetti da qualunque evento. Perché è questa l’impressione che arriva da un articolo di TGCOM24: “Apple-Google annunciano: pronto tracciamento del contagio da coronavirus. Ora la app Immuni accelera i tempi: lancio previsto a maggio”.

LA APP IMMUNI

La app prevede di garantire il tracciamento costante di tutti i contatti presenti sul dispositivo smartphone, in modo da segnalare anche la presenza di una vicinanza eccessiva tra gli individui. Nel momento in cui un essere umano risulta positivo al virus, tutti i suoi contatti ricevono una notifica e possono essere posti in isolamento e sottoposti a tampone. Inoltre l’applicazione contiene un diario che registra lo stato di salute e fa scattare un allarme in caso di contagio da Covid-19. Adesso l’allarme scatta per il Coronavirus, ma provate a immaginare in futuro come potrebbe essere utilizzata questa applicazione…

Già adesso è possibile vedere persone in auto da sole con guanti e mascherina, che impaurite se la prendono con chi cammina per strada (senza nessuno sul marciapiede per almeno 50 m prima e dopo): immaginate di camminare avendo in tasca il cellulare che vibra ogni volta che incrociate una persona, la quale può essere stata segnalata per qualsiasi cosa; oppure voi stessi potreste essere esclusi e evitati da tutti, perché chiunque sarebbe informato di una qualche precedente malattia, anche se risolta. Come vi sentireste?
Mi viene da pensare che l’episodio “Caduta libera” della serie “Black mirror” non sia poi così lontano dal manifestarsi realmente…

E QUINDI?

Immaginate di poter vivere in un posto con autoproduzione di frutta e verdura, che crescono abbondanti e senza pesticidi grazie a un Q Box, ideato per allontanare insetti dannosi e per favorire lo sviluppo rigoglioso.
Immaginate di potervi sentire parte integrante della salvaguardia per il pianeta attraverso l’utilizzo di Q magneti in grado di recuperare le dispersioni energetiche, facendo del bene all’ambiente (perché si inquina di meno) e al portafoglio (perché si risparmia sui consumi di acqua, luce, gas e carburante).
Immaginate di avere un qualsiasi dolore, infiammazione o malessere emotivo e di poterlo riequilibrare utilizzando acqua e cibo, selezionati secondo i vostri bisogni inconsci, in armonia con le basi della Medicina Tradizionale Cinese e potenziati con l’utilizzo di Q card e Q food.

Immaginate di poter vivere insieme a persone consapevoli di quanto il pensiero sia in grado di creare la realtà circostante e che lo utilizzano per cambiare se stessi, in modo da vivere in un mondo in cui i conflitti si risolvono ripulendo traumi inconsci, grazie all’insegnamento impartito con RQI Spirito e RQI Master. Essendo “Maestri di se stessi”, chi applica il Metodo RQI® si assume la responsabilità degli eventi e non accusa più nessuno con la terribile frase: “È tutta colpa tua”.

Immaginate che ciò che avete sognato ora abbia un nome… ah no, non dovete più immaginarlo perché questa è la realtà e ha già un nome: Q Village.

Articoli correlati

I segreti nascosti nei film

È davvero incredibile quanto ci possono aiutare i film attraverso metafore e messaggi subliminali nel comprendere noi stessi, la nostra vita e tutto ciò che ci circonda, non credi?

Prova a pensare come cambierebbe la Tua Vita se fosse possibile utilizzare concretamente tutti questi aspetti quantistici e riuscire a portare ciò che più desideri nella tua quotidianità. E se fossi Tu stesso a farli materializzare nella tua realtà?

Bene, sto per condividere con Te una scoperta rivoluzionaria che ti può aiutare a farlo e che ha già funzionato per molte altre persone. Devi sapere che Esiste un Metodo Semplice e Pratico già Testato su migliaia di persone, con il quale TU STESSO puoi far accadere nella Tua Vita  in modo completamente autonomo ciò che più desideri. Interessante, Vero?

Beh, direi proprio di SÌ… molte persone sono riuscite a farlo con estremo successo!

Questo metodo si chiama RQI® ed è semplice, pratico, efficace in tempi brevi e soprattutto dà RISULTATI TANGIBILI.

 

Puoi scoprire RQI® in modo totalmente Gratuito cliccando sul pulsante che trovi qui sotto.

Avrai Accesso GRATIS a Contenuti

di Altissimo Valore a Te Riservati

Clicca qui sotto ed inizia il Tuo Percorso Personale.

ACCEDI AI CONTENUTI GRATIS DEL METODO RQI + LA PRIMA PARTE DI TUTTI I CORSI MULTIMEDIALI DELLA QLIFE TV

Scroll Up